• Home
  • Le Nostre Attività
  • Sportello Adolescenti Foggia

Sportello Adolescenti Foggia

Lo Sportello Adolescenti Foggia come iniziativa dell’Associazione si rivolge specificatamente a tutto quanto ruota intorno alla delicata fase dell’adolescenza, ai dubbi e alle sofferenze tipici di questa età e cerca di orientare gli adolescenti o le loro figure di riferimento tra le possibilità di risposta:

  • Sostegno Psicologico per adolescenti e le loro figure di riferimento
  • Mentoring “Fratello maggiore” e sostegno alla genitorialità
  • Doposcuola specializzato DSA – Disturbi Specifici dell’Apprendimento
  • Consulenza dietistica e disturbi dell’alimentazione
  • Orientamento e tutoraggio scolastico e lavorativo
  • Diffusione culturale e formazione linguistica
  • Socializzazione e aggregazione per ragazzi

L’adolescenza è notoriamente un periodo in cui si aprono degli spazi di disagio ma, forse proprio per questo, anche di grandi opportunità: un dialogo positivo con il ragazzo può servire tanto ad agevolare la sua vita e quella di chi lo segue oggi, quanto quella dell’adulto che egli diventerà domani.

Molto può essere fatto anche in termini di prevenzione del disagio nella preadolescenza, dando attenzione a loro e a quello che li circonda e si trasforma insieme a loro, come i rapporti con la famiglia, con il gruppo dei pari, con la scuola, i loro interessi, il rapporto con il corpo e l’alimentazione.

L’obiettivo quindi è rispondere alle richieste di disagio psicologico ed educativo tipiche di questa fase ma anche specifiche del territorio e di questo momento storico.

Talvolta le richieste vengono espresse in forma diretta, trovando nello sportello una risposta altrettanto mirata. Altre volte capita invece che ci siano “segnali deboli” che vengono recepiti da parte di genitori, tutori o insegnanti, i quali vorrebbero raccogliere e dare senso a questi messaggi di aiuto: in questo caso lo sportello offre uno spazio di confronto per esprimere pensieri e sentimenti, e far emergere la chiave per superare il disagio. Lo sportello diventa quindi uno spazio in cui gli adolescenti e le loro figure di riferimento possano fare chiarezza e venire “orientati”, nella relazione tra loro, ma anche con il mondo esterno, scoprendo le loro attitudini, le risorse interne da valorizzare e quelle esterne di cui potersi avvalere, trovando la loro strada verso il benessere e l’autonomia.

Il sostegno psicologico nello specifico prevede tre incontri gratuiti di ascolto a seguito dei quali si cerca di trovare insieme le indicazioni più adeguate alla domanda che emerge.

All’adolescenza sono molto legate particolari forme di espressione del disagio che riteniamo debbano avere uno spazio specifico:

  • Disturbi dell’Alimentazione: Tra i disagi legati all’adolescenza, soprattutto femminile ma purtroppo in crescita anche tra il sesso maschile, ci sono i disturbi alimentari, che l’associazione cerca di affrontare con uno sguardo ampio, integrando gli aspetti nutrizionali, psicologici e sociali.
  • Disturbi Specifici dell’Apprendimento (DSA): supportando contemporaneamente la persona e la sua famiglia di concerto con la scuola si cerca di favorire l’apprendimento. Un primo obiettivo è certamente permettere allo studente di mantenere il passo scolastico, ma è necessario anche dare attenzione al meccanismo per cui le difficoltà scolastiche, soprattutto iniziali, ed il sentirsi “diverso”, incidono spesse volte sulla sua autostima, provocando una spirale di disagio che a sua volta diventa ulteriore ostacolo all’apprendimento e alla socializzazione.
  • Sostegno genitoriale: spesso il disagio dei ragazzi è una risposta a una difficoltà più profonda che non riesce a trovare una soluzione diversa nella relazione con il mondo degli adulti al quale si rivolge. Per questo possiamo essere noi adulti a interrogarci su come interpretare questi segnali, su qual è la modalità in cui stiamo nella relazione con i ragazzi e come possiamo condividere con loro questo punto di vista trovando nuovi modi per comunicare e crescere insieme.